Archivi del mese: ottobre 2015

Ritorno al futuro I – II – III (Robert Zemeckis, 1985, 1989, 1990)

All’indomani delle pur giuste celebrazioni per il trentennale del primo capitolo della storica trilogia cinematografica Ritorno al futuro di Robert Zemeckis – realizzata grazie alla collaborazione produttiva di un certo Steven Spielberg oltre che alla saggia scrittura di Bob Gale … Continua a leggere

Pubblicato in cinema | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Melancholia (Lars Von Trier, 2011)

Lars Von Trier è pazzo. Saranno d’accordo in molti con questa affermazione. Quasi nessuno, però, si è chiesto cosa vuol dire davvero essere folli, soprattutto in uno dei maggiori ambiti artistici quale è (nonostante tutto e tutti) il cinema. Occorre … Continua a leggere

Pubblicato in cinema | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Dallas Buyers Club (Jean-Marc Vallée, 2013)

Matthew McConaughey è l’attore del momento. Si può affermare e sostenere a lungo una simile tesi anche solo osservando a fondo, con particolare attenzione alla sua particolarissima caratura e predisposizione, almeno quattro delle pellicole più recenti da lui interpretate in … Continua a leggere

Pubblicato in cinema | Contrassegnato , , , , | 1 commento

To the wonder (Terrence Malick, 2013)

Decifrare Terrence Malick, quasi certamente uno degli artisti (più che unicamente registi) statunitensi più e meglio europei mai esistiti, naturalmente non è, come ovvio, per nulla affar semplice. Lo si può testare sulla propria stessa pelle, in qualità di sublimazione … Continua a leggere

Pubblicato in cinema | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Take Shelter (Jeff Nichols, 2012)

Correva l’anno 2004 e nelle sale italiane approdava una pellicola che, di lì a poco, avrebbe diviso pubblico e critica soprattutto per quanto riguarda le considerazioni relative al suo artefice principale, lo scrittore e regista indiano-statunitense Manoj Night Shyamalan, già … Continua a leggere

Pubblicato in cinema | Contrassegnato , , , | 1 commento

Biutiful (Alejandro González Iñárritu, 2011)

Dopo due capolavori consecutivi (gli epocali 21 grammi e Babel), il terzo è molto difficile da ottenere. Cambiare registro, quindi, risulta essere sia una soluzione antisedimentativa che, soprattutto, una nuova strada da percorrere per esprimere se stessi e le proprie … Continua a leggere

Pubblicato in cinema | Contrassegnato , , , , | 1 commento

Post Tenebras Lux (Carlos Reygadas, 2013)

Altro che luce oltre il buio più profondo. Se luce c’è, forse si tratta unicamente di quella proveniente da uno sterile fiammifero nel ventre dell’oltretomba o dell’antinferno più irrevocabile, utile soltanto per tentare di vedere, se si vuole, quanto fondo … Continua a leggere

Pubblicato in cinema | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Non buttiamoci giù (Pascal Chaumeil, 2014)

Cadere giù, rialzarsi, cadere di nuovo, tentare ulteriormente un novello approdo su qualche sponda potenzialmente affidabile. Tutto questo cercando di non procurarsi ferite troppo vistose e tali da provocare eccessive attenzioni affossando il campo focale di chi, invece, dovrebbe essere … Continua a leggere

Pubblicato in cinema, letteratura | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Snowpiercer (Bong Joon-Ho, 2013)

Il Cinema, nella realtà dei fatti, non è soltanto divertimento. Il Cinema, se lo si vuole (come, del resto, un po‘ il concetto intero di Arte a tutto tondo), è anche una potentissima arma in favore della tangibile e profumata … Continua a leggere

Pubblicato in cinema | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Goltzius and the Pelican Company (Peter Greenaway, 2012)

Se il Cinema può ancora essere denominato “settima arte”, al mondo respirano ancora davvero poche (troppo poche) persone con il reale ed effettivo pallino del non riuscire a fare a meno di onorare tale dicitura nel senso più profondo del … Continua a leggere

Pubblicato in arte, cinema | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento